Degas, la solitudine dell’artista

Degas è pittore che non ama i paesaggi, le sue ambientazioni sono interni parigini, i suoi personaggi li incontra in una visione poco costruita, il suo taglio è volutamente sbilanciato, legato ad una casualità che rende tutto molto interessante.

L’artista seduto al tavolo in basso, ci fa vedere con i suoi occhi, è la rivelazione di un attimo rubato.Le persone che rappresenta, vivono a margine della società. Dinanzi alla donna , sul tavolo di marmo, senza piedi,vi è il bicchiere con la bevanda verdastra dell’assenzio che da il titolo al dipinto. Entrambi hanno lo sguardo nel vuoto, persi nei loro pensieri. Pur essendo seduti accanto in realtà sono lontanissimi, sono incapaci di comunicare. L’atmosfera sfavillante che percepiva lo specchio del “Bar delle Folies-Bergères” , è ora appannato, riflette solo le ombre dei due personaggi e li imprigiona in uno spazio squallido. Visione realista ed autobiografica della vita dell’artista che alla fine della sua esistenza dichiarò di non essere più interessato alla pittura dopo che fu sfrattato dal suo laboratorio.

About these ads
Questa voce è stata pubblicata in arte. Contrassegna il permalink.

28 risposte a “Degas, la solitudine dell’artista

  1. secondo me degas è un pitttore molto diverso da altri e questo suo modo di dipingere al chiuso e nei luoghi comuni e privati . Appiunto , per questa sua grande diversità dagli altri lo rende un grande artista dell’otttocento

  2. roberta iennaco 3f scrive
    in questo quadro è presente l’assenzio,è una bevanda poco costosa molto richiesta in quei tempi.Possiamo notare nel quadro , in questo caso che è una donna davanti alla bevanda. Quindi ciò mi porta a pensare che le donne in quei tempi frequentavano ceffè(bar).Nel quadro ho notato particolarmente l’uso solo 4 colori:il bianco,il marrone,il nero e una sfumatura di giallo.
    Di questo quadro quello che mi ha colpito di più è il passaggio diretto dal bianco al nero senza l’uso di sfumature.

  3. in questo dipinto raffigurante un bar,è presente una donna dell’epoca intenta a bere una bevanda poco costosa ma molto alcolica:l’assenzio.I colori utilizzati sono pochi ma bene usati:il marrone,il bianco,il nero e l’ocra. lo sfondo è realizzato solo con due colori: il bianco e l’ocra. Accanto alla donna si vede raffigurato l’artista che,ha lo sguardo perso nel vuoto forse intento a pensare qualcosa. Quello che mi ha colpito del quadro è stata la sensazione di silenzio e solitudine del bar.

  4. in questo dipinto sono rappresentati due persone ubriache a un bar dopo aver bevuto l’assenzio, una bevanda poco costosa, alcolica e tossica. La donna ha uno sguardo perso nel vuoto, l’uomo ha lo sguardo rivolto all’esterno dando una sensazione di disinteresse. I colori utilizzati dall’artista sono pochi e maggiormente scuri, bianchi, marroni e ocra. Quello che mi ha colpito di più di questo quadro è la sensazione di angoscia data dallo sguardo delle due persone.

  5. In questa opera di Edgar Degas esprime la solitudine che notiamo sul volto delle persone. L’ immagine rappresenta due persone che stanno bevendo una bevanda, l’ ASSENZIO, che è molto alcolica infatti lo possiamo notare sul volto dei personaggi.
    Nel dipinto notiamo vari colori che rappresentano la figura che sono il giallo ocra, il marrone e un pò di sfumature di bianco e nero.

  6. La Solitudine dell’Artista, dipinto da Edgar Degas, rappresenta un uomo ed una donna che bevono l’ assenzio, bevanda alcolica, tossica ma economica. Lo sguardo dei soggetti rappresentati non è rivolto da nessuna parte, probabilmente sono ubriachi. Il pittore utilizza colori caldi quali l’ocra, il giallo, il marrone e qualche sfumatura di arancione. Le linee sono poco definite, il quadro risulta quindi sfumato e stilizzato. Questo quadro mi è piaciuto perchè il pittore riesce a trarre ispirazione da una scena di tutti i giorni per un quadro interessante.

  7. Questo dipinto di Edgar Degas che rappresenta la solitudine che notiamo sui volti dei due personaggi. Il dipinto fa vedere che questi due personaggi sono umbriacati perchè hanno bevuto una bevanda molto alcolica, l’ ASSENZIO. Nel dipinto notiamo anche i colori raffigurati che sono il gillo ocra, il marrone e qualche sfumatura di bianco sulle pareti. A me è piaciuto molto.

  8. Uno dei quadri più rappresentativi di Egar Degas,pittore impressionista nato a Parigi il 19 luglio 1834 e morto a Parigi il 27 settembre 1917, è l’ASSENZIO.
    Esso ritrae due persone; una femmina l’attrice Ellen Andrée e un uomo Marcellin Desboutin che sono seduti a un tavolo di un bar di Parigi a bere l’assenzio una sostanza verde nociva. Degas mette in evidenzia l’intorpimento della coppia e sottolinea l’isolamento spostando i soggetti quasi in disparte della superfice pittorica. Pur essendo vicini ,i personaggi sembrano lontanissimi fra loro. Inoltre i due personaggi hanno lo sguardo perso nel vuoto. L’atmosfera dà un senso di oppressione. Gli abiti dei personaggi ci fanno capire che la donna non è una borghese e che l’uomo è un classico borbone ma che in realtà è un artista che non espone più le sue opere.
    Infine il quadro è dipinto con olio su tela,è stato realizzato nel 1875-1876 ed è esposto nel museo d’Orsay di Parigi.
    Il quadro non mi è piaciuto molto perchè è molto malinconico,triste e sofferente ma allo stesso tempo mi hanno colpito molto i colori tendenti sull’ocra, sul bianco, sul nero e sul marrone.

  9. Lorenzo Smarra 3a
    In questo quadro sono rappresentate due persone davanti ad un bicchiere d’assenzio (una bevanda alcolica poco costosa).Dai loro sguardi ma anche dai colori si percepisce la solitudine delle due persone persi nel vuoto

  10. In questo quadro sono raffigurato due persone ubriache dopo aver bevuto l’assenzio.All’apparenza queste persone sembrano spaesate e anche tristi, quasi emarginate dal mondo circostante. E anche i colori a parer mio servono a dare al quadro quel tocco cupo che rappresenta lo stato d’animo delle due persone.

  11. Ritengo che questo dipinto sia interessante e terribilmente profondo. In quest’opera sono rappresentati un uomo ed una donna,con sguardo assente e triste. Davanti a loro c’è un bicchiere d’assenzio, una bevanda alcolica poco costosa. Penso che Degas, in quest’opera, volesse far trasparire l’inquietudine e il distacco dei due personaggi, dovuto a problemi sociali. Infatti sono persone povere e emarginate dalla società, usate e trascurate. Per rendere in tutto ancora più cupo,il pittore ha utilizzato solo colori scuri, per accentuare l’animo nero dei personaggi. Con quest’opera Degas non ha solo voluto far capire i sentimenti delle persone più ”sfortunate”, ma, credo che volesse esprimere anche i suoi sentimenti che in quel periodo lo affliggevano.

  12. In questo dipinto è rappresentata una bevanda poco costosa,alcolica e tossica.Degas vuole riprodurre la scena di due persone ubriache.Entrambi hanno lo sguardo perso nel vuoto,quasi come se fossero soli,anche se sono tremendamente vicini.Il dipinto penso voglia simboleggiare la solitudine.

  13. Questo quadro è molto bello e anche molto realistico per via del fatto che riesce a far capire le emozioni che voleva far esprimere Degas cioè la solitudine e la tristezza infatti immergono le loro tristezze nell’alcol o in questo caso nell’asenzio una bevanda dell’epoca poco costosa.Comunque Degas è riuscito con un buon tocco di pennello e un buon uso di colori a far capire quello che voleva appunto far capire.

  14. Questo quadro mi da una sensazione di depressione…! Lei da sola in un bar con una bibita per altro molto dannosa.Come quuadro non mi ha colpito per le troppe sfumature e colori abbastanza scuri. Non mi piace neanche la faccia di quell’ uomo affianco a lei che sembra parlare di brutte cose. E si capisce subito che lei è la protagonista per la maglia di un bianco acceso che ti attrae e poi li scuro dell resto del dipinto!

  15. Degas in quest’opera mette in evidenzia la solitudine e la tristezza della coppia, consumata dall’effetto della bevanda alcolica e ne sottolinea l’isolamento spostando i soggetti quasi in disparte all’ interno del dipinto, che risulta per metà vuoto.
    Pur essendo seduti vicino, i personaggi sembrano lontanissimi fra loro con lo sguardo perso nel vuoto. Anche l’atmosfera dà un senso di solitudine e tristezza.

  16. Questo quadro è molto malinconico perché si vede la donna che beve l’assenzio per dimenticare forse un avvenimento triste, il signore che fuma la pipa in quel momento è come se non si fosse accorto della donna e si sente solo. Però una cosa bella del quadro è che è molto simile ad una fotografia perché coglie un momento come può fare soltanto una fotografia.

  17. l espressione della donna in questo quadro mi inspira senzo di colpa come se avesse fatto qualcosa di sbagliato o avesse visto qualcosa di sconvolgente e quindi ci beve su.invece il signore alla sua destra che fuma la pipa mi sembra uno dei soliti ubriaconi che si trovavano (e si trovano tutt oggi)alle locande.

  18. Questo quadro rappresenta uno scorcio di vita in un bar. In questo dipinto è raffigurata una donna che ha sul tavolo un bicchiere d’assenzio ed un uomo, anche lui con un bicchiere di qualche sostanza alcolica. I colori sono molto cupi ed i personaggi trasmettono tristezza e solitudine, quella solitudine e quei problemi che li hanno portati a bere in un bar isolati dal mondo circostante. Sono incapaci di parlare, stanno lì con lo sguardo perso nel vuoto ed intenzionati sono a bere. L’artista probabilmente ha voluto raffigurare in quest’opera egli stesso, il suo stato d’animo, i suoi pensieri e rispecchiarli in questi due personaggi.

  19. Questo quadro cattura lo sguardo nell’estasi della donna drogata di assenzio e con lo sguardo perso nel vuoto e poi mi ha insospettito molto il tavolo senza gambe. I due personaggi del quadro a me sembrano degli estranei pur stando allo stesso tavolo seduti.

  20. in questo dipinto i personaggi si sono persi nel vuoto come se avessero un problema che non si puo risolvere , e poi sono ubriachi. Degas e un pittore diverso perche a lui piace dipingere persone negli ambienti chiusi

  21. In questo quadro sono raffigurati un uomo e una donna loro hanno delle faccie tristi e annoiate sembra che loro si trovino in disparte all interno della figura ovvero “BAR”. Secondo me con questo degas voleva farci provare noia,tristezza e solitudine

  22. Questo quadro non mi piace molto perchè colori sono troppo tristi e i personaggi non danno alcuna emozione.Lo trovo troppo triste

  23. In quest’opera di Degas ci sono due persone: la donna con uno sguardo pensieroso e l’uomo con uno sguardo quasi disinteressato,ciò perché sono ubriachi.
    Sul tavolo è presente una bevanda poco costosa ma alcolica,l’Assenzio.
    Degas,in questo dipinto,sembra quasi voler trasmettere la tristezza e la solitudine a chi lo guarda.

  24. Degas è un pittore che non ama i paesaggi come possiamo ben vedere in questo dipinto.
    In questo dipinto vengono raffigurate due persone,un uomo ed una donna.
    La donna e l’uomo hanno completamente lo sguardo perso nel vuoto pensando ai loro pensieri.
    Le ombre si trovano nello specchio dietro ai personaggi e vediamo che sono sotto effetto dell’alcool.

  25. L’assenzio è un dipinto ad olio su tela realizzato tra il 1875 ed il 1876 dal pittore francese Edgar Degas.
    La scena raffigurata si svolge nel Café de la Nouvelle Athènes, in Place Pigalle a Parigi. I soggetti dipinti sono l’attrice Ellen Andrée e l’incisore Marcellin Desboutin, inebetiti dal consumo di assenzio, un distillato ad alta gradazione alcolica a base di Artemisia Absinthium oltre che altre sostanze vegetali, soprattutto anice verde, molto diffuso tra la popolazione europea del tempo, poi proibito in molti paesi.
    Degas mette in evidenzia l’intorpidimento della coppia, consumata dall’effetto del distillato e ne sottolinea l’isolamento e l’emarginazione spostando i soggetti quasi in disparte sulla superficie pittorica, che risulta per metà vuota.
    Pur essendo seduti vicino, i personaggi sembrano lontanissimi fra loro con lo sguardo perso nel vuoto, quasi che Degas volesse rappresentare una coppia di estranei. Rappresentano due solitudini che non si incontrano, nemmeno con lo sguardo. Anche l’atmosfera dà un senso di oppressione, di pesantezza.
    Proprio come in Classe di danza la prospettiva ha ancora un valore predominante, in questo caso sottolineata dal tavolo e dalla inquadratura tipica dello stile di Degas.
    Gli abiti dei personaggi ci danno l’idea del loro ceto sociale: la donna non è certo una borghese (si pensa che possa essere una prostituta), mentre l’uomo è il tipico clochard ovvero uomini che apparivano come dei barboni ma in realtà erano artisti che non esponevano più i loro quadri, bensì dipingevano solo spinti da un’urgenza creativa.
    Degas assegna al quadro un titolo insolito proprio per mettere in evidenza gli effetti collaterali della bevanda. La sua intenzione è di ritrarre anche gli aspetti più problematici e tristi della Belle Epoque.

  26. In questo quadro vengono rappresentati una donna e un uomo.
    La donna ha lo sguardo perso come se stesse ‘tra le nuvole’,mentre l’uomo è ‘avvolto’ nei suoi pensieri.
    Il nome del quadro ‘assenzio’ è stato preso dal nome della bevanda che si trova dinanzi alla donna.
    Il quadro è ‘sfumato’ ovvero non ci sono linee dritte è tutto sfumato senza precisione,questo quadro personalmente mi è piaciuto perchè Degas è riuscito a rappresentare una scena comune in un quadro rispecchiandone l’anima attraverso lo specchio .

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...